Menu

HOME INTRODUZIONE STORIA DEL SINTETIZZATORE SINTETIZZATORI ON LINE SINTESI VOCALE ON LINE SINTESI EFFETTI SONORI ON LINE SEQUENCER E DRUM-MACHINE ON LINE TASTIERE E CAMPIONATORI ON LINE STRUMENTI MUSICALI ON LINE STRUMENTI VST PLUGIN VST SINTETIZZATORI (1/2) PLUGIN VST SINTETIZZATORI (2/2) PLUGIN VST DRUM MACHINE PLUGIN VST VOCODER GENERATORI DI FREQUENZE APPLICAZIONI SMARTPHONE TABLET COMPOSIZIONE MUSICALE DIMOSTRAZIONE PRATICA COME COLLEGARE TASTIERA PC REQUISITI HARDWARE PER UTILIZZARE I PLUGIN VST

SINCRONIZZARE STRUMENTI PLUGIN VST SU CANTABILE LIGHT

Cantabile Light è un software di esecuzione per strumenti virtuali (VST) e plug-in che consente di sincronizzare più VST per suonare insieme in tempo reale. Ecco alcuni passaggi generali per sincronizzare i plugin VST su Cantabile Light:

1 Aprire Cantabile Light e creare una nuova sessione.

2 Aggiungere i plugin VST alla sessione, facendo doppio clic su una traccia vuota e selezionando il plugin VST che desideri utilizzare dall'elenco delle librerie.

3 Configurare ogni traccia per utilizzare un canale MIDI specifico. Ad esempio, se state utilizzando un synth VST, assegnare la traccia a un canale MIDI 1.

4 Creare una traccia MIDI vuota nella sessione e utilizzala per inviare segnali di sincronizzazione MIDI a tutte le tracce VST.

5 Regolare i parametri di sincronizzazione MIDI per ogni traccia VST. Ad esempio, utilizzare una traccia MIDI per inviare segnali di start / stop e un'altra traccia per inviare segnali di tempo.

6 Avviare la riproduzione nella sessione e utilizzare il metronomo incorporato per sincronizzare gli strumenti VST e assicurarsi che suonino tutti insieme.

bottom corner

requisiti di sistema per utilizzare i plugin vst

REQUISITI DI SISTEMA CONSIGLIATI PER UTILIZZARE I PLUGIN VST

Per suonare strumenti virtuali VST con il proprio computer, ci sono alcuni requisiti hardware di base che dovrebbero essere soddisfatti:

Processore (CPU): un processore di ultima generazione con almeno 4 core per essere in grado di gestire molti strumenti virtuali contemporaneamente.

Memoria (RAM): almeno 8 GB di RAM per gestire i carichi di lavoro dei VST, più se si lavora con progetti complessi.

Spazio su disco (HDD): un disco rigido con almeno 100 GB di spazio libero per installare i VST e salvare i propri progetti. Meglio se di tecnologia SSD (hard disk fisico e non meccanico).

Scheda audio: una scheda audio di alta qualità con almeno 24 bit di risoluzione e una frequenza di campionamento di almeno 44,1 kHz.

Da tenere presente che alcuni strumenti virtuali richiedono anche una connessione internet affidabile per funzionare correttamente, e che alcuni VST possono richiedere una maggiore potenza di elaborazione rispetto ad altri. In generale, è importante verificare i requisiti di sistema di ciascun VST prima di utilizzarlo, per assicurarsi che il proprio computer sia in grado di gestirlo. La scheda audio non è fondamentale (va bene quella integrata nella scheda madre) ma se si intende utilizzare i Plugin VST per uso professionale ed ottenere una resa sonora di qualità (soprattutto in fase di registrazione) si rende necessaria.

SINCRONIZZAZIONE DEI PLUGIN VST

Per sincronizzare più strumenti plugin VST per suonare in tempo reale, è necessario utilizzare un software di produzione musicale che supporti la sincronizzazione MIDI. La maggior parte dei software di produzione musicale popolari, come Ableton Live, FL Studio, Logic Pro, Pro Tools o Cantabile (per citarne alcuni), supportano la sincronizzazione MIDI e possono essere utilizzati per sincronizzare gli strumenti VST.

Una volta che avete aperto il vostro software di produzione musicale, dovrete configurare i vostri strumenti VST per utilizzare la sincronizzazione MIDI. Ciò può essere fatto in diversi modi a seconda del software che state utilizzando, ma di solito implica l'utilizzo di una traccia MIDI per inviare i segnali di sincronizzazione ai vostri strumenti VST.

In generale, è necessario assegnare un canale MIDI a ciascun strumento VST e utilizzare una traccia MIDI per inviare i segnali di sincronizzazione a ciascun canale. In questo modo, tutti gli strumenti VST riceveranno gli stessi segnali di sincronizzazione e suoneranno insieme in tempo reale. Inoltre, è possibile utilizzare un metronomo virtuale per sincronizzare gli strumenti VST e assicurarsi che suonino tutti insieme.

Naturalmente per una configurazione più precisa è bene leggere la documentazione del software di produzione musicale che si utilizza e seguire le istruzioni dettagliate per configurare la sincronizzazione MIDI.

EVITARE O DIMINUIRE AL MASSIMO LA LATENZA

La latenza è il ritardo tra il momento in cui si suona una nota o si attiva un effetto su uno strumento virtuale VST e il momento in cui si sente l'effetto sonoro. Naturalmente maggiore è la latenza e più si rende impossibile suonare uno strumento. Ci sono diversi modi per ridurre la latenza nell'esecuzione di strumenti virtuali VST:

1 Impostare una bassa latenza di sistema: la maggior parte dei software di produzione musicale consente di impostare la latenza di sistema, che è il ritardo tra l'input e l'output audio. Impostare una bassa latenza di sistema può ridurre la latenza percepita.

2 Utilizzare una scheda audio a bassa latenza: le schede audio a bassa latenza sono progettate per ridurre la latenza tra l'input e l'output audio.

3 Usare un buffer di elaborazione audio più piccolo: il buffer di elaborazione audio è una quantità di dati audio che il computer elabora in un momento. Utilizzare un buffer più piccolo può ridurre la latenza, ma può anche aumentare il carico di elaborazione del computer.

4 Utilizzare un processore più potente (fondamentale): lavorare con un processore più potente può aiutare a ridurre la latenza poiché è in grado di elaborare i dati audio più velocemente. Ricordate che la CPU svolge la maggior parte del lavoro se non utilizzate una scheda audio dedicata.

5 Disabilitare l'elaborazione di effetti non essenziali: alcuni effetti di elaborazione audio possono causare una maggiore latenza, disabilitarli se non sono essenziali può aiutare a ridurre la latenza.

6 Utilizzare un plugin VST a bassa latenza: alcuni plugin VST sono progettati per avere una latenza più bassa rispetto ad altri. Utilizzare questi plugin può aiutare a ridurre la latenza percepita. Ci sono alcuni Plugin VST che risultano molto pesanti e questo è dovuto soprattutto ad una mal programmazione.

Come detto all'inizio della pagina nel paragrafo dedicato ai requisiti di sistema, tenete presente che la latenza dipende anche e soprattutto dalle risorse del vostro computer, quindi assicuratevi di avere una configurazione adeguata per evitare problemi di latenza.

HomePage | sintetizzatorionline.it | Cookie Policy | Privacy Policy

bottom corner